Cenacolo Vinciano - L'Ultima Cena
Milano
(5974)

Visite guidate e biglietti per il Cenacolo Vinciano - L'Ultima Cena

La sopravvivenza del capolavoro di Leonardo è incredibile quasi quanto la sua visione. Il dipinto venne "restaurato" già nel 1726, con un'applicazione...

Tra le principali attrazioni di Milano
Leggi tutto
Cerca attività per queste date
Filtra per:
Vedi tutto
Tour guidato
Best Seller
Musei
(4290)

Partecipa a questo tour esclusivo alla scoperta di una delle opere più iconiche di sempre: L'Ultima Cena di Leonardo da Vinci.Incontrerai la...

Durata
45 minuti
Disponibile in: Inglese
Ultime disponibilità
Musei
(110)

Goditi una giornata completamente organizzata a Milano per vedere il meglio che la città ha da offrire con l'aiuto di una guida locale esper...

Durata
6 ore
Disponibile in: Inglese
Tour a Piedi
(210)

Il tour inizierà con la visita di una delle opere d'arte più famose al mondo, l'Ultima Cena di Leonardo Da Vinci. Entrerai direttamente nell...

Durata
3 ore
Disponibile in: Inglese
Da non perdere
Attrazioni e monumenti
(163)

Milano è una delle città più alla moda del mondo, ma c'è molto di più da vedere in questa metropoli italiana! Infatti, Milano è anche custod...

Durata
3 ore 30 minuti
Disponibile in 5 lingue
Tour a Piedi
(11)

Comincerai il tour partendo dal centro nevralgico della città visitando il famoso Duomo di Milano. Questa incredibile cattedrale è spesso de...

Durata
3 ore
Disponibile in: Inglese
Musei
(16)

Non perderti l'opportunità di visitare il Cenacolo, capolavoro di Leonardo da Vinci, con un'apertura serale esclusiva; goditi una cena da Ea...

Durata
3 ore
Disponibile in: Inglese
Attrazioni e monumenti
(43)

Partecipa a questo tour a piedi di 2 ore e immergiti nel lato rinascimentale della città di Milano. Inizierai il tour con la meravigliosa Ch...

Durata
2 ore
Disponibile in: Inglese
Pass turistici

Scopri la storia e la cultura di Milano camminando dal Castello Sforzesco al maestoso Duomo, godendo un aperitivo ai Navigli o prendendo par...

Validità
Flessibile
Disponibile in: Italiano
Degustazioni di Vino e Birra

Vivi un’esperienza unica alla Tenuta di Castellaro – visita la cantina e partecipa a una degustazione al tramonto. Tenuta di Castellaro è un...

Durata
3 ore
Disponibile in: Italiano
Da non perdere
Tour a Piedi
(179)

Questo tour storico ti guiderà attraverso le attrazioni più importanti e significative di Milano, tra cui una visita per vedere la famosa Ul...

Durata
3 ore
Disponibile in: Inglese
Attrazioni e monumenti

Durante questa esperienza guidata di 1-5 ore al Codice Atlantico, potresti provare a rispondere a tutte le tue misteriose domande su Leonard...

Durata
1 ora 30 minuti
Disponibile in: Italiano
Tour a Piedi
(19)

Vuoi visitare tutte le più importanti attrazioni di Milano, ma hai poco tempo a disposizione? Approfitta dei biglietti salta fila e ammira i...

Durata
6 ore
Disponibile in: Inglese

Potrebbero interessarti anche

Pass turistici

Il Milan Pass è una nuova opportunità in esclusiva per i visitatori: una city card di 48 ore, che of...

Musei
Best Seller

Scopri il volto inedito di Leonardo Da Vinci e visita la sua vigna, tornata solo ora al suo antico s...

Tour a Piedi

Goditi un tour esclusivo nel cuore di Milano con una visita guidata del Teatro e del Museo della Sca...

Spettacoli e cabaret

Una serata all'insegna dell'eleganza e della buona musica. Aperto nel marzo 2003, il Blue Note è lo ...

Cose utili da sapere

Tutti i biglietti devono essere prenotati in anticipo (vengono emessi quattro mesi prima). Se non l'hai fatto, ti conviene arrivare prima del primo appuntamento (8:15), e sperare che ci sia stata una cancellazione.
Rimane poco del dipinto originale, che iniziò a deteriorarsi poco dopo il suo completamento. Leonardo aveva sperimentato una nuova tecnica di pittura su intonaco secco (invece di essere bagnato), che era meno duratura, ma permetteva di creare maggiori dettagli e luminosità.
La dimora di Leonardo mentre dipingeva il suo capolavoro era la vicina Casa degli Atellani, sullo stesso terreno gli fu dato un vigneto. Oggi puoi visitare il suo vigneto, ricreato con l'aiuto di genetisti specializzati.
In origine Gesù aveva i piedi, ma questa sezione del dipinto fu demolita quando nel 1650 fu aggiunta una porta al refettorio.
In diverse occasioni è stata quasi distrutta, a causa di alluvioni, dei bombardamenti degli alleati durante la Seconda Guerra Mondiale, delle truppe di Napoleone che usarono la stanza come stalla, e anche di ristoratori benintenzionati del XIX secolo.
La visita sarà breve (15 minuti), ma avrai spazio a disposizione per apprezzare appieno l'opera, in quanto sono ammesse nella stanza solo 25 persone alla volta.
L'opera venne completata in tre anni. Quando il priore del monastero si lamentò di quanto tempo ci stesse volendo, si dice che Leonardo rispose minacciando il priore di usare il suo volto come modello per Giuda.
È famosa per la sua prospettiva unica. Sembra che Leonardo abbia piantato un chiodo nella parete ed abbia usato dello spago in linee ortogonali per creare questo effetto.
La Santa Trinità è messa in rilievo attraverso la ripetizione del numero tre. Gli apostoli sono raggruppati in gruppi di tre, vi sono tre finestre sullo sfondo e la sagoma di Gesù ricorda le tre punte di un triangolo.
Sono state riprodotte innumerevoli copie di questa famosa opera d'arte, oltre alle reinterpretazioni contemporanee di Salvador Dalí and Andy Warhol.

Un po' di storia

La sopravvivenza del capolavoro di Leonardo è incredibile quasi quanto la sua visione. Il dipinto venne "restaurato" già nel 1726, con un'applicazione sconsiderata di solventi caustici e vernice trasparente. Nel 1770, Giuseppe Mazza ridipinse gran parte dell'originale a olio. Nel 1853, Stefano Barezzi provò a staccare il dipinto dal muro, ma fallì; così, incollò i frammenti di pittura alla base.

Solo nel 1903 si scoprì che l'opera era a tempera, e non realizzata con colori a olio; la sua superficie fu pulita di conseguenza. Per poco una bomba non distrusse il refettorio nel 1943, ma il dipinto fu successivamente ripulito dalla muffa e tornò alla luce nel 1947.

Il restauro moderno ha mostrato come la stratificazione storica di più interventi pittorici stesse "mangiando" il quadro originale e causando la sfaldatura di questo. La decisione fu quindi quella di togliere tutto quello che era stato aggiunto alla pittura parietale da quando venne completata nel 1498 - un impegno lunghissimo ed estremamente microscopico negli interventi, supportato dalla tecnologia più avanzata. Oggi l'opera è preservata attraverso un sistema di filtraggio dell'aria, una collocazione in un ambiente monitorato e una tecnologia di filtraggio della polvere. Il limite di visitatori è di 25 persone ogni 15 minuti.


Orari di apertura

  • 8:15-18:45 - da martedì a domenica
  • chiusura: lunedì e nei giorni di festa del 1° gennaio, 1° maggio, 25 dicembre


A proposito de L'Ultima Cena

Il Duca Ludovico Sforza di Milano è la figura storica che sta dietro la creazione del capolavoro di Leonardo, "L'Ultima Cena", conosciuta anche come Il Cenacolo. Il Duca aveva adottato Santa Maria delle Grazie come chiesa di corte e voleva decorarla in modo che riflettesse la sua ricchezza e il suo potere. E questo significava una grande opera, realizzata da un grande artista.

Leonardo iniziò il lavoro nel 1495 sul muro nord del refettorio e la completò tre anni dopo, realizzando un'immagine di 4.5x8.8 metri. Contrariamente all'opinione popolare in merito, l'opera non era un affresco, cioè qualcosa che richiedeva un lavoro veloce e definitivo prima che l'intonaco bagnato si seccasse. A Leonardo piaceva prendere tempo e cambiare idea, così creò un nuovo tipo di intervento coloristico, usando la tempera (pittura a base di uovo).

Sfortunatamente, il grande genio commise un errore, questa volta. La sua base per la pittura includeva pece e mastice, i quali non legavano bene il pigmento, nè in modo così duraturo quanto sperasse. Sul lato estetico, invece, le sue considerazioni erano sublimi. Leonardo creò illusioni di prospettiva incredibili, usando un chiodo sul muro e fili collegati per assicurarsi che tutto fosse corretto, in primo luogo in termini di prospettiva.

Il tema era un soggetto comune nelle chiese, ma l'innovazione di Leonardo fu quella di creare un senso di dramma e movimento, ritraendo il momento esatto in cui Gesù annunciava che uno dei suoi discepoli l'avrebbe tradito. Quella che vediamo è una sorta di onda-radiazione di reazioni allarmate. Scelse anche di ritrarre tutti i partecipanti attraverso una linea retta, così che ognuno avrebbe potuto ricevere la propria dovuta attenzione.

È noto come i volti nell'opera siano basati su persone reali note all'artista. Giuda per esempio può essere stato un carcerato o criminale e, qui tra questi volti, c'è anche quello di Leonardo, fra gli altri e non separato (come vuole certa tradizione); Giuda è invece il solo che non sembri essere indignato o sorpreso.

Indirizzo

Piazza Santa Maria delle Grazie, 2, Milano


Indicazioni per arrivare

  • In metro: linea 2, fermata Conciliazione
  • In tram: linea 16, fermata S. Maria delle Grazie
Leggi tutto

Come arrivarci

Cenacolo Vinciano - L'Ultima Cena Milan Milano
Tieni in tasca tutta la città Scarica la app di Musement per iOS o Android